Portata e pressione i principali valori da considerare per la scelta del ventilatore industriale

Valori Scelta Ventilatore Industriale

La scelta di un ventilatore industriale richiede una particolare responsabilità, dato che l’argomento toccato è la sicurezza dell’impianto industriale. Partendo da questo presupposto è importante prendere in considerazione alcuni fondamentali valori, che determinano le performance di un ventilatore industriale.

Nell’ambito della ventilazione industriale si possono constatare tre tipi di valori che determinano la portata di gas, vediamo di seguito quali sono.

La portata volumetrica rappresenta la quantità di metri cubi di gas che vengono trasportati in un secondo di tempo. Questo valore è l’unico utilizzato per scegliere un ventilatore industriale (Ventilazione Sicura può offrirti un importante supporto in merito).

La portata normale rappresenta la quantità di metri cubi di gas che, in condizioni normali, vengono trasportati in un secondo di tempo. Un gas viene definito “in condizioni normali” quando è sul livello del mare a una temperatura di 0°C e dove la percentuale di umidità è 0.

La portata massica rappresenta la quantità di chilogrammi di gas che vengono trasportati in un secondo di tempo. Una volta definiti questi valori è importante sottolineare che le curve di prestazioni di un ventilatore vengono tracciate utilizzando solo la portata volumetrica.

Per poter andare avanti nella scelta non dovrai prendere in considerazione solo la portata ma anche altri valori relativi ai tipi di pressione.

Ti ricordo che la scelta di un ventilatore industriale richiede particolare attenzione, soprattutto perché in caso di errore è la sicurezza a essere decisamente compromessa. Per questo motivo prima di scegliere un macchinario devi necessariamente approfondire informazioni utili al corretto funzionamento dell’impianto.

Vediamo di seguito quali sono i tipi di pressione da prendere in considerazione:

  • la pressione statica rappresenta un valore che esprime l’energia impressa a un fluido, che sia esso gas o liquido;
  • la pressione dinamica rappresenta un valore che esprime l’energia di un fluido, che sia esso gas o liquido, che si muove con una certa velocità.

Quando devi scegliere un ventilatore da un catalogo è meglio utilizzare come valore di riferimento solo la pressione statica, che l’effetto utile all’impianto. Per quanto riguarda la pressione dinamica, invece, si fa riferimento a un effetto, se questa si rivela la presenza di una ventola in funzione può essere superfluo, infatti, l’utilizzo di un ventilatore industriale è mirato all’incremento della pressione di una certa portata di gas.

Ovviamente, tali valori non sono dati a priori ma possono subire delle modificazioni, infatti, la densità del gas può influenzare i valori di pressione e se la densità espressa nel catalogo è differente da quella rilevata in azienda è necessario effettuare dei calcoli per ottenere la giusta conversione dei valori, attraverso specifiche formule, altrimenti non basta essere solo a conoscenza del valore della portata e della pressione per procedere in una scelta corretta.

Immagina di dover acquistare un ventilatore per l’impianto di abbattimento delle polveri, che preveda l’uso di un filtro ad umido, questo macchinario ha lo scopo di permettere all’impianto di incrementare la portata di aria aspirata dal filtro e consentire l’aumento della produttività.

In una tale situazione bisogna prendere in considerazione ogni elemento coinvolto nel processo, senza fare totale affidamento alle informazioni che si possono reperire in un catalogo per ventilatori industriali.

Insomma la scelta di un ventilatore industriale non è una semplice avventura e i parametri da considerare sono molti, per questo il supporto di un esperto talvolta si fa necessario, per evitare di sbagliare.

Oltre ai parametri suddetti non bisogna tralasciare di prendere in considerazione gli elementi che devono comporre il macchinario, come la girante, le pale e il motore elettrico. Quest’ultimo elemento è fondamentale per sprigionare tutta la potenza del ventilatore.

A tal proposito non dimenticare di acquisire informazioni sulla modalità di accensione per evitare di bruciarlo a ogni tentativo fallimentare di attivazione.