Vacanze in Cilento sul mare: tra tour in barca e passeggiate nei borghi

Vacanze in Cilento sul mare tra tour in barca e passeggiate nei borghi

Nel sud della Campania si trova una delle più belle aree montuose di tutta Italia: si tratta del Cilento, un territorio della provincia di Salerno dove si alternano bellezze storiche e naturalistiche tutte da scoprire organizzando delle vacanze in Cilento sul mare (scopri la Baia Marticana per soggiornare in tranquillità). Colline lussureggianti abbracciano una lunga costa dove si alternano grotte, calette nascoste e spiagge, senza dimenticare i borghi da cartolina incastonati in questo splendido paesaggio. In questo territorio, dove i fasti della Magna Grecia persistono ancora oggi in siti archeologici di inestimabile valore, hanno preso piede affascinanti leggende legate al mito di Ulisse e di Enea, aggiungendo quel pizzico di magia in più ad un luogo già di per sé incantevole.

Capo Palinuro, il cui nome rimanda al leggendario nocchiere di Enea ucciso dai velini, è uno dei gioielli naturalistici del Cilento: lungo la sua costa rocciosa sono nascoste calette romantiche come la Spiaggia dell’Arco, quella del Mingardo e la spiaggia del Buon Dormire. A Capo Palinuro sorgono numerose cavità carsiche visitabili anche attraverso un tour come la Grotta Azzurra, la Grotta dei Monaci e la Grotta delle Ossa, sulle cui pareti sono visibili resti ossei risalenti al Quaternario. Gli amanti delle immersioni invece non possono non visitare Punta Licosa, a largo della quale sorge un isola i cui fondali celano un’antica domus romana.
Madre Natura ha regalato a questo lembo di terra perle di rara bellezza, non solo sulla costa ma anche nell’entroterrra e le Grotte di Pertosa Auletta ne sono una dimostrazione: solo infatti in questo complesso carsico infatti è possibile navigare il Negro, un fiume sotterraneo che attraversa le grotte in un silenzio profondo, interrotto solo quando l’imbarcazione si avvicina alle cascatelle.
In Cilento non si contano i borghi da cartolina meritevoli di visita, a partire da Acciaroli, tanto amato dallo scrittore Ernest Hemingway che pare proprio qui trovò ispirazione per “Il Vecchio e il Mare”. Castellabate, considerato uno dei borghi più belli d’Italia, custodisce un centro storico medioevale dichiarato Patrimonio dell’UNESCO che trova il suo punto più scenografico nel Belvedere di S.Maria de Giulia, dal quale la vista spazia su tutto il Golfo di Salerno, comprese le isole di Ischia e Capri.
Bellissima è anche Marina di Camerota, sita a picco sul mare nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, e Vallo di Diano, incastonata tra bianche spiagge, grotte naturali e uliveti: nella vicina Baia degli Infreschi si trova la Tonnara di Marina di Camarota conosciuta anche dagli antichi romani.

Il patrimonio storico e archeologico del Cilento

Nel corso di una vacanza in Cilento non si può non dedicare del tempo alla scoperta di siti archeologici come quello di Paestum, dichiarato peraltro Patrimonio dell’UNESCO: dell’antica città di Poseidonia fondata nel VI a.C. restano visibili i templi di Nettuno, di Cerere e di Hera, il foro con tanto di colonnato greco e l’anfiteatro dove in epoca romana lottavano i gladiatori.
Altrettanto emozionante si rivela visitare le antiche vestigia di Velia, la città fondata dai Facei nel 540 a.C. che ha ospitato anche la scuola filosofica voluta da Zenone e Parmenide. Passeggiando tra le rovine si riconoscono i resti dell’acropoli, delle terme risalenti al III a.C. e di quelle di epoca adrianea, del santuario dedicato a Poseidon Asphaleios e delle porte della città.
Restando in tema di storia, la Certosa di San Lorenzo di Padula rappresenta una delle architetture monastiche più sontuose d’Europa, seconda solo alla certosa francese di Grenoble. Sono stati i monaci basiliani a fondarla nel 1306: la struttura consta di una parte bassa dedicata agli ambienti di lavoro e di una alta plasmata attorno alla chiesa con tanto di sala capitolare, refettorio e cucina. Le celle dei padri sorgono attorno al chiostro del 1583, davvero scenografico con i suoi due livelli composti da un portico in basso e una galleria finestrata in alto.